Attentati Isis: la strategia della paura.

Lo scopo dell’Isis non è quello di ribaltare i Regimi dei Paesi in cui uccidono innocenti, ma quello di influenzarne l’opinione pubblica e colpire il turismo. Attraverso la strategia della paura, terrorizzano milioni di persone in tutto il mondo creando ostilità nei confronti del proporio Stato. Oltre alla perdita di vite umane e alla determinazione di un clima di sfiducia i terroristi mirano a creare danni irreparabili alle economie dei Paesi colpiti. L’elemento che accomuna gli attentati dell’ultimo periodo è il turismo. L’economia del turismo incrementa notevolmente il PIL globale, di conseguenza la diminuzione di stranieri con consequenziale riduzione della liquidità, lede notevolmente le economie nazionali. Per evitare un disagio di questa portata è necessario che le Autorità nazionali garantiscano stabilità e sicurezza politica, che incrementino la protezione nelle strade e nei luoghi più frequantati. È importante che le persone vengano messe in condizione di mantenere le proprie abitudini, di non rinunciare alla voglia di viaggiare e di essere liberi.

© 2013 - 2014 Capitale Roma - Piazza Verbano, 16 - 00166 - P.IVA/CF 9777415058.